Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Lo spazio: una storia umana di sogni, scienza e tecnologia

06 febbraio

Immagine
Centro: icaro

La Scuola Superiore Sant’Anna e l’Aeronautica Militare organizzano per il giorno 7 febbraio p.v. un evento scientifico-divulgativo dedicato ad alcuni dei temi “di frontiera” dell’esplorazione spaziale e cosmologica in cui i massimi esperti nazionali presenteranno i più recenti sviluppi della ricerca accademica e tecnologica in questi settori. L’eventosi svolgerà presso la sede centrale della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, in Piazza Martiri della Libertà 33 a Pisa (Aula Magna).

 

Dopo i saluti di benvenuto da parte del Rettore della Scuola Pierdomenico Perata e del Comandante della 46ma Aerobrigata Girolamo Iadicicco, l’introduzione ai lavori sarà curata da Roberto Battiston, Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, che traccerà il futuro della ricerca aerospaziale. Il tema delle nuove frontiere della ricerca cosmologica sarà affrontato dai docenti della Scuola Universitaria IUSS di Pavia, della Scuola Normale Superiore e dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Andrea Tiengo, Simona Gallerani e Giovanni Losurdo.

Le novità tecnologiche applicate allo Spazio saranno trattate da Walter Villadei, cosmonauta e ufficiale dell’Aeronautica Militare, da Antonella Bogoni, docente della Scuola Superiore Sant’Anna ed esperta di Reti e Tecnologie Fotoniche e da Giovanni Mengali, docente di Ingegneria Aerospaziale all’Università di Pisa. L’ultima sezione sarà dedicata al fattore umano e alla sua interazione con l’ambiente spaziale: Marco Lucertini, a capo del Reparto di Medicina Aeronautica e Spaziale dell’Aeronautica Militare e Debora Angeloni, ricercatrice della Scuola Superiore Sant’Anna, parleranno dello studio delle conseguenze fisiche delle particolari condizioni di vita e di lavoro nello Spazio e di come queste ricerche possano aiutarci a comprendere meglio la fisiologia umana. Il Preside della Classe di Scienze Sperimentali della Scuola, Mario Enrico Pè, chiuderà i lavori in qualità di moderatore.