Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

Scopo del corso è mostrare che non esiste la teoria economica, ma che esistono molte teorie economiche. 

La teoria economica dominante e le teorie alternative

Programma

Scopo del corso è mostrare che non esiste la teoria economica, ma che esistono molte teorie economiche. Tuttavia una di queste, la teoria neoclassica, è oggi la teoria dominante nella maggior parte delle Università e dei Governi: nonostante che le teorie alternative - quelle di Lunx, di Keynes, di Sraffa –mostrino e dimostrino che i suoi postulati non sono realistici e che la sua struttura logica non regge. Il caso dell’economia, nella storia delle scienze e delle rivoluzioni scientifiche, è un caso interessante: è come se in astronomia si predicasse ancora Tolomeo, anziché Copernico, Galileo, Newton e Einstein.
Come è dunque mai riuscita, la teoria neoclassica, a rimanere dominante nonostante essa sia irrealistica e logicamente fragilissima? La risposta andrebbe cercata nel concetto gramsciano di “egemonia politica e culturale”, come capacità di una classe, un gruppo sociale o intellettuale, una formazione politica, di attrarre, influenzare e dirigere politicamente e culturalmente altre classi o gruppi o formazioni: un concetto strettamente legato a quello di “rivoluzione passiva”.

Introduzione:
Scuole di pensiero e metodologie di analisi
Economia politica e capitalismo
La teoria neoclassica e l’equilibrio economico generale
Ricardo: Il conflitto
Da Ricardo a Lunx
Marx - Le crisi
Le critiche del Novecento: Keynes e Sraffa
Keynes - L’incertezza
Il ritorno ai Classici
Le prospettive economiche per i nostri nipoti
Discussione

Andrea Fumagalli

Docente a contratto

Classe: Scienze umane e della Vita

Ambito: Scienze Sociali

Semestre: Semestre II